MAGMART 06

Video under volcano
International video art festival

Il 27 gennaio 2006 si conclude la prima edizione di MAGMART ¦ video under volcano, Festival Internazionale di Videoarte, una produzione dello studio tad, con la partnership della Stella Film, del Casoria Contemporary Art Museum e di GenomART.
Nella nuova Sala Video/Teatro sperimentale del Casoria Contemporary Art Museum si terrà l’evento conclusivo del Festival, con la presentazione dei video selezionati dalla Giuria, e che entreranno a far parte della collezione permanente del Museo.

27 gennaio 2006 ore 17.30/24.00

h17.30

Incontro dibattito con gli organizzatori dell’evento:

Presenta:

  • Antonio Manfredi (Art director del Casoria Contemporary Art Museum)

Interventi di:

  • Enrico Tomaselli (artista e designer, studio tad)
  • Marco Coraggio (architetto, GenomART)
  • Giuseppe De Marco (artista, Mediavox)

h18.30

coffee break (saletta stampa per brevi interviste con gli organizzatori ed i video artisti presenti)

h19.00/24.00

proiezione dei 30 video selezionati, alternati da performance dal vivo.

Gli artisti performer che interverranno sono:
Barbara La Ragione – Action art/Autoritratti 2
Ivan Piano – Video performance/Batman (a life) DK2
Sebastiano Deva – Video performance/Fragility
Alfredo D’Aponte – Video performance/A live

Fuori concorso, in anteprima nazionale, proiezione del video dell’artista napoletano:
Luciano De Fraia – Stabat/video 6 min.
(vincitore del Fargo Fantasy Film Festival-Arizona U.S. e finalista al Bradford Film Festival GB,  Sedona International Film Festival Arizona U.S., Mondance Film Festival Hollywood U.S., Lower East Side Film Festival Manhattan N.Y.)

28 gennaio 2006 ore 17.30/20.30

Proiezione dei video no-stop

29 gennaio 2006 ore 10.30/13.00

Proiezione dei video no-stop

Al festival sono state presentate oltre 180 opere di artisti italiani ed internazionali, provenienti oltre che dall’Italia anche dalla Russia, dal Brasile, dalla Francia, dagli Stati Uniti, dalla Germania, dalla Gran Bretagna, dall’Olanda, dal Lussemburgo, dalla Serbia, da Cipro, dalla Finlandia, dall’Armenia, dal Giappone, dalla Spagna, dall’Austria, dalla Croazia, dal Cile, dalla Danimarca, dalla Cina.

ARTISTI

Dies irae di Jean-Gabriel Periot (Francia) premio speciale della giuria per il valore artistico, la capacità tecnica ed espressiva e la forza della denuncia morale.
Headpincers di Antonio Pannullo (Italia)
Glimpse di Jerry King Musser (U.S.A.)
The physicality of thought generation di Jerry King Musser (U.S.A.)
Svankmajer di Jerry King Musser (U.S.A.)
Piano sfera di Jerry King Musser (U.S.A.)
House of tomorrow di Agricola de Cologne (Germania)
Crocodiles in Venice di Ries Straver (Olanda)
Fuck television di Ries Straver (Olanda)
Selfportrait for Francis Bacon and George Dyer di Matt Flowers (U.S.A.)
Inferno di Matt Flowers (U.S.A.)
Exten(z)sion project III di Chiara Passa (Italia)
Audiocommedia di Audioside (Francia)
Electric sleep di Kevin Kunze (U.S.A.)
The tower trilogy di Barbara Agreste (Italia)
Gameplay di Anne Holst, Jean-Marc Matos e Antoine Schmitt (Germania)
Timer/wait di Dario Quaranta (Italia)
Blaine di Paul Ketterman (U.S.A.)
Fulltime di Artur Muradyan, Dmitri Sozinov e Sergey Soloviev (Russia, Armenia)
Day of poetry di Tatiana Antoshina, Marian Zhunin e Artur Muradyan (Russia, Armenia)
Motion A: flow di Yuki Ogawa (Giappone)
Abstracts di Thomas Hitthaler (Italia)
Structural myopia di Lane Last (U.S.A.)
Jour de reve di Yuki Kawamura (Giappone)
Engine trouble di Philip Sanderson (Inghilterra)
Dalek/Zu di 47thFloor studio (Italia)
Magic mountain di Hackworth Ashley (U.S.A.)
Militar standard di Uqbar Project (Cile)
Showcase di Adam Hinterlang (U.S.A.)
The train di Yang Zhifei (Cina)
Selezione speciale:
Guarda! Luna  di Roberto Di Benedetto e Davide Di Franco (Italia) per l’attenzione poetica alle problematiche ecologiche.
Rave off di Chistian Leperino (Italia) per l’efficace approccio all’introspezione psicologica.
Even if she had been a criminal di Jean- Gabriel Periot ( Francia ) – per la denuncia degli orrori della guerra e della violenza umana.